L'Ile des Pins

A circa venti minuti d'aereo a sud di Nouméa, questa terra concentra le bellezze del Pacifico. A cominciare dalla dolcezza di vivere, emanata dal sorriso dei suoi abitanti e dalla loro abilità di non affrettare mai i tempi. “Perché misurarlo, non si fermerà mai” sembra vogliano farci capire.
 
Immacolata e strabiliante, la natura si estende a perdita d’occhio dalle spiagge deserte, costeggiate da piccoli sentieri ombreggiati da baniani e dai pini colonnari.
 
Dominata dal picco Nga (262 metri d'altezza), l'île des Pins emerge da una laguna, inserita nella prestigiosa Lista del Patrimonio mondiale Unesco, le cui acque sono di un blu che quasi abbaglia la vista. La piscina naturale della baia d’Oro ne è senza dubbio l'esempio più fedele.
 
Isola dei Pini: caratterizzata da spiagge di sabbia bianca, laguna turchese e protetta, acqua limpida e calda, l’Isola dei Pini è un vero paradiso. Questi incantevoli paesaggi bisogna aggiungere la gentilezza degli abitanti dell’isola, i Kunié. La loro accoglienza, il sorriso, le gite con la piroga tradizionale, il bougna cotto sotto pietre roventi sono momenti altrettanto unici per i turisti. Qui è come se il tempo si fosse fermato.
 
Questa vecchia colonia penale divenuta paradiso non delude mai. A forma di conchiglia, l’isola misura 18 km in lunghezza e 14 in larghezza. Alcuni non esitano a scoprirla in bici. Altri gli preferiranno l’esplorazione subacquea, con le bombole o muniti di pinne, maschera e boccaglio. Dalle infrastrutture alberghiere di lusso agli alloggi rurali, l’Isola dei Pini si adatta a tutti i bisogni e a tutti i portafogli.